ALLVIRAL

Ecco alcune foto innocenti ed imbarazzanti allo stesso tempo. Tutte da ridere!

Scattare la foto giusta al momento giusto ci consente sempre di poter dar vita a dei veri e propri capolavori. Spesso e volentieri, infatti, ci sono delle circostanze che possono verificarsi quando meno ce lo aspettiamo e che possono dar vita a situazioni o a scatti davvero esilaranti che nel corso del tempo possono essere ricordati come dei momenti davvero molto divertenti.
A volte, infatti, il caso dà vita a delle situazioni profondamente divertenti, come quella mostrata in questo scatto. Un semplice pacco di dinosauri, adatti ai più piccoli, si trasforma in qualcosa di completamente diverso. La foto di questa situazione, quindi, non può che risultare particolarmente esilarante e venire ricordata nel corso del tempo come una qualcosa di insolito e bizzarro!

Le illusioni ottiche possono dar vita a situazioni divertenti ma anche imbarazzanti. Il modo in cui, infatti, il nostro corpo può intrecciarsi o può combinarsi ad altri oggetti intorno a noi o ad altre persone può dar vita a delle situazioni equivoche e molto divertenti, che rendono di conseguenza uno scatto o una situazione particolarmente divertente ma anche molto imbarazzante. Un’illusione ottica è una qualsiasi illusione che inganna l’apparato visivo umano, facendogli percepire qualcosa che non è presente o facendogli percepire in modo scorretto qualcosa che nella realtà si presenta diversamente. Le illusioni ottiche possono manifestarsi naturalmente o essere dimostrate da specifici trucchi visuali che mostrano particolari assunzioni del sistema percettivo umano. Ci sono tre categorie di illusioni:
* ottiche, quando sono causate da fenomeni puramente ottici e pertanto non dipendenti dalla fisiologia umana;
* percettive, in quanto generate dalla fisiologia dell’occhio. Un esempio sono le immagini postume che si possono vedere chiudendo gli occhi dopo avere fissato un’immagine molto contrastata e luminosa;
* cognitive, dovute all’interpretazione che il cervello dà delle immagini. Un caso tipico sono le figure impossibili e i paradossi prospettici.
Un miraggio è un esempio di illusione naturale dovuta a un fenomeno ottico. La variazione nella dimensione apparente della Luna (più piccola quando è sopra la nostra testa, più grande quando è vicina all’orizzonte) è un’altra illusione naturale; non si tratta di un fenomeno ottico, ma piuttosto di un’illusione cognitiva o percettiva. Un altro curioso esempio di illusione percettiva in natura è la salita in discesa.
Lo sa bene la protagonista di questo scatto che coglierà tutti in inganno prima di capire di cosa si tratta veramente. Riuscire, infatti, a realizzare situazioni del genere può essere quasi impensabile ma il caso o l’obiettivo di una macchina fotografica possono dar vita a cose davvero incredibili.

Anche in questo caso siamo di fronte ad uno scatto molto equivoco. Basterà guardare la foto con maggiore attenzione e più a lungo per renderci conto di quanto in realtà le cose siano completamente diverse rispetto a come potrebbero apparire ad un primo sguardo veloce.
Questo arbitro, infatti, non sta facendo assolutamente nulla di male sul campo di calcio dove sta svolgendo le sue funzioni. Guardando, però, velocemente questa foto capirete quanto in realtà le cose possano apparire completamente diverse.
Di certo uno scatto del genere non può che apparire profondamente esilarante e rappresentare anche un momento di svago che riesce senza alcun dubbio a strappare un sorriso anche a chi non è di buon umore, sorpreso dall’illusione ottica che gli aveva fatto vedere qualcosa lì dove non c’era!

Anche in questo caso siamo di fronte ad uno scatto davvero pazzesco. Due sposi nel giorno del loro matrimonio ed un terzo incomodo alle spalle che però dà vita ad un dettaglio molto imbarazzante che renderà questa foto davvero incredibile.
Anche in questo caso una illusione ottica che crea una situazione imbarazzante, uno scatto quindi molto particolare ma che non può che risultare estremamente divertente per tutti coloro che avranno occasione di ammirarlo.
Lo sposo, infatti, non ha accelerato i tempi e non è ancora particolarmente “accaldato” ma aspetterà la prima notte per mostrarsi alla sua sposa. Quel dettaglio è solo il frutto di una sovrapposizione di dettagli che la nostra mente ha però interpretato in modo errato.