ALLVIRAL

10 Abitudini Errate che Danneggiano i vostri Reni

I reni sono fra i più importanti organi del corpo umano. Essi servono soprattutto per pulire e per disintossicare il sangue e aiutano il corpo a filtrare il materiale di scarto per mezzo delle urine. Inoltre, le loro principali funzioni sono quelle dell’eliminazione dell’acqua in eccesso dal corpo, o del ristagno quando necessario. Essi regolano i livelli di fosfato di calcio e di altri minerali nel corpo.

I reni aiutano anche nella regolazione della pressione del sangue in quanto producono ormoni importanti necessari per ciò, così come intervengono nella produzione di globuli rossi che portano importanti sostanze nutritive e ossigeno in tutto il corpo.

Come si può vedere, i reni svolgono alcune delle numerose e importanti funzioni per il nostro corpo e quindi è essenziale che noi li si mantenga in funzione correttamente. Di solito i sintomi di problemi renali sono: urine abbondanti o scarse e colorate, vomito, vertigini, problemi respiratori, anemia, fatica o stanchezza, alito cattivo, sensazione di freddo, improvviso dolore nel corpo e prurito della pelle.

E’ bene andare dal vostro medico se si notano alcuni di questi sintomi per escludere la possibilità di una malattia ai reni. I problemi renali possono essere causati da diversi motivi,ma ci sono alcune cattive abitudini che possono causare gravi danni. I reni possono essere danneggiati dalle seguenti dieci cattive (e diffuse) abitudini:

1.Ritardare il bisogno di urinare

Una delle principali cause di danni ai reni è dovuta all’abitudine di ritardare lo stimolo della minzione. In questo modo, l’urina rimarrà nella vescica per un periodo di tempo più lungo, consentendo la moltiplicazione dei batteri che sono naturalmente presenti nell’urina. Questi batteri pericolosi possono portare infezioni al rene o nel tratto urinario. Trattenere l’urina può causare incontinenza urinaria e insufficienza renale perché causa un grande aumento di pressione sui reni.
Se siete fra quelli che abitualmente rinviano la minzione, è il momento di cambiare che prima che sia troppo tardi.

2. Scarso approvvigionamento di acqua

Ecco un’altra abitudine che può danneggiare gravemente i reni: non bere acqua. I reni possono essere gravemente danneggiati se non si beve acqua a sufficienza nel corso della giornata. Se il tuo corpo è privo di acqua, il tuo sangue sarà concentrato e diminuirà il flusso di sangue ai reni. Ciò ostacola la capacità dei reni di lavorare per eliminare tutte le tossine dal corpo, e se ci sono molte tossine in circolazione nel corpo, possono esserci maggiori problemi di salute.

La quantità raccomandata giornaliera di acqua da bere per un adulto sano va da 10 a 12 bicchieri al giorno, circa 1,5 o 2 litri di acqua ogni giorno. Bere a sufficienza è importante per i reni ma anche per il benessere generale del corpo. In questo modo il corpo sarà ben idratato e i reni sani.

3. Consumo eccessivo di sale

Consumare troppo sale ogni giorno può portare a dei gravi danni ai reni e altri problemi di salute . Pensate che il 95% del sodio che è consumato attraverso il cibo viene metabolizzato dai reni. Se si consuma troppo sale, i reni dovranno lavorare molto di più per eliminarlo. Il risultato può essere la funzione dei reni che viene ridotta, il che conduce alla ritenzione di acqua nel corpo. La ritenzione idrica può aumentare la pressione del sangue e il rischio di malattia renale.

Secondo molti studi medici sulla salute dei reni, l’assunzione di sale aumenta la quantità di proteina urinaria, che è un altro fattore di rischio per lo sviluppo di malattie renali. Ogni apporto di sale superiore a 5 grammi al giorno è dannoso per entrambi i reni (ma anche per la salute generale). Un cucchiaino di sale è di circa 6 grammi.

4. Uso regolare di analgesici 

Molte persone prendono analgesici o comunque dei farmaci antidolorifici, per ridurre infiammazione e febbre, e per il controllo del dolore dovuto a vari problemi del corpo. Tuttavia, questa abitudine può causare danni a reni e su altri organi del corpo. Secondo una ricerca scientifica, i farmaci analgesici da banco possono diminuire il flusso di sangue ai reni e peggiorare di conseguenza il loro funzionamento. A lungo termine un pesante uso di analgesici provoca gravi lesioni renali o nefrite interstiziale, che è una insufficienza renale cronica.

Coloro che hanno una funzione renale ridotta o problemi renali devono consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi antidolorifico. Comunque gli analgesici dovrebbe essere presi in per il minor tempo possibile e alla dose minima.

5. Dieta altamente proteica 

L’eccessiva assunzione di alimenti molto proteici, come per esempio la carne rossa, può aumentare il rischio di malattie renali. I reni hanno un ruolo importante quale quello di metabolizzare ed eliminare le scorie azotate dal corpo, che sono sottoprodotti della digestione delle proteine. Un’alta assunzione di proteina aumenta il carico metabolico dei reni, il che a sua volta aumenta il rischio di sviluppare problemi renali.

Pertanto, la cosa migliore per i suoi reni è quello di limitare la quantità di consumo di carne rossa, e chi soffre di problemi renali dovrebbe smettere immediatamente di consumare la carne rossa in quanto può aggravare il problema.

6. Bere troppo alcol 

L’alcol è una tossina che provoca molto stress a fegato e reni. Ecco perché bere una quantità eccessiva di alcol può causare gravi danni ai reni, così si dovrebbe provare sempre a bere con moderazione.

Se si beve eccessive quantità di alcol, l’acido urico sarà fermato nel tubuli renali, causando così la loro ostruzione la quale aumenta il rischio di sviluppare insufficienza renale. Inoltre, l’alcool conduce a disidratazione e impedisce il normale funzionamento del rene. La massima quantità di alcool al giorno è di 1 drink per le donne e gli anziani, e 2 per gli uomini.

7. Fumare sigarette

Fumare non è solo un male per i reni, ma per quasi ogni organo del nostro corpo, come affermato dai centri medici per la prevenzione delle malattie. Il fumo fa male. La relazione fra il fumo e la malattia renale è stato dimostrato da molti studi, come quello dell’Associazione Americana di pazienti con patologie renali (AAKP); esso dimostra che il fumo è la causa numero uno di sviluppo dell’ESRD (acronimo per malattia renale allo stadio terminale,).

Fumare aumenta la frequenza cardiaca e anche la pressione sanguigna, e diminuisce il flusso del sangue, mentre restringe i vasi sanguigni dei reni. Questa cattiva abitudine può aggravare la malattia renale e può accelerarne la perdita di funzionalità. Il modo migliore per evitare detti problemi è di smettere di fumare, dato che questa abitudine è nociva per ogni zona del corpo.

8. Consumare troppa caffeina 

Se si consuma troppa caffeina, la pressione del sangue sale, e va a gravare sulla funzione dei reni. Se il consumo eccessivo di caffeina si protrae per periodi più lunghi, questo può causare danni ai reni. Rene International ha pubblicato nel 2002 uno studio, secondo il quale il consumo di caffeina è fortemente correlato alla calcolosi renale. La caffeina può aumentare la formazione di calcio nelle urine.

Tuttavia, la maggior parte delle persone non hanno problemi se consumano caffeina in quantità moderate. Ad esempio il consumo di 3 tazze di tè, 1 a 2 tazze di caffè al giorno è perfettamente regolare. Ma non si dovrebbe dimenticare che la caffeina è assunta anche con le bevande energetiche, come quelle a base di cacao, soft drinks, cioccolato, e da alcuni farmaci.

9. Ignorare le infezioni renali 

Ignorare sintomi come la tosse, raffreddori, influenza, tonsillite, faringite e altre comuni infezioni, può causare gravi danni ai reni.

Se non si tratta in modo adeguato un’infezione comune, il virus o i batteri possono causare danni ai reni. Pertanto, ogni volta che si ha un’infezione comune, non bisogna sottovalutarla e bisogna trattarla in modo corretto e in tempo.

10. Carenza di sonno

Tanta gente ignora l’importanza di un sonno corretto. Dormire da 6 a 8 ore a notte è essenziale per la salute generale del corpo. I tessuti di organi si rinnovano mentre stai dormendo, così se non si dorme abbastanza questo processo si interrompe.

Secondo molti studi, la mancanza di sonno può causare un aumento dell’ostruzione delle arterie (aterosclerosi) e di innalzamento pressione del sangue, il che aumenta il rischio di danni ai reni. Cercare sempre di mantenere un buon equilibrio tra lavoro e riposo e ad adottare sane abitudini di sonno è il modo migliore per proteggere i reni.

ALL VIRAL

Add comment

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.