ALLVIRAL

Ecco i selfie peggio riusciti delle persone che hanno dimenticato di controllare lo sfondo…

La nascita del selfie, come fenomeno di costume dotato di sue peculiarità rispetto al tradizionale autoscatto amatoriale praticato anche ai tempi della fotografia analogica, è legato al diffondersi, nei primi anni duemila, della fotografia digitale e dei social network. Questa dinamica è stata preponderante soprattutto nella generazione dei cosiddetti millenials, gli utenti più giovani dei social media.

La tecnologia digitale ha infatti contribuito a rendere più agevoli gli autoscatti, grazie alla possibilità di usare lo schermo a cristalli liquidi invece che il mirino e all’introduzione della fotocamera frontale nell’iPhone 4 da parte della Apple nel 2010. Sul fronte dei social network, tra il 2006 e il 2010, My Space richiedeva agli iscritti di pubblicare una fotografia di se stessi.

Negli anni del dominio di Facebook nel panorama dei social network il selfie, in precedenza abitualmente scattato in solitudine, si è reso autonomo dall’originaria funzione di realizzazione di un’immagine del profilo e si è evoluto rimanendo comunque funzionale al nuovo ruolo che le reti sociali hanno assunto. In primo luogo l’enfasi posta sulla descrizione della propria vita sui social network ha reso infatti la documentazione fotografica una parte indissolubile di tale narrazione: le immagini vengono scattate in numerosissime circostanze e il social network non è che lo strumento comunicativo per la loro diffusione fra amici e conoscenti. In secondo luogo l’attenzione alla dimensione sociale degli iscritti e il loro essere al centro di una rete di amicizie e conoscenze ha portato alla rapida diffusione dell’abitudine al selfie di gruppo.

Ora, ad esempio, ci sono dei selfie che sono effettivamente molto particolari. Al giorno d’oggi infatti qualsiasi contesto può essere buono per scattarsi una foto, che sia buffa o provocante, seria o sia semplicemente un modo per immortalare il senso di una giornata in un semplice sorriso…ma quanti se ne scattano prima di riuscire a trovare quello buono? E soprattutto, i selfie riusciti male dove finiscono? Non tutti vengono cancellati, e sono proprio quelli che “tirano” di più! Qui ad esempio, lo scenario sembrava perfetto: due amiche, un letto, un…ragno? Qualcuno non si è svegliato proprio benissimo.
Tra i selfie riusciti male, molti sono colpa non tanto del fotografo quanto piuttosto delle circostanze. Quante volte capita d’altronde di dover scattare un’altra foto perché qualcosa nel contesto generale aveva rovinato la prima? Magari una persona che non volevamo venisse ritratta insieme a noi, magari un colpo di vento improvviso o un’auto di passaggio che hanno demolito l’atmosfera generale, o magari…il tuo cane che decide di fare la cacca dietro di te, ad una distanza tale che, in prospettiva, sembra stia fertilizzando la testa di tuo figlio.
Parlando di cani, diverse volte ci siamo ritovati a parlare di quanto questi animali, molto spesso, sembra che abbiano reazioni del tutto umane. Sarà forse una qualità acquisita per assimilazione, visto che i cani vivono insieme a noi da decine di migliaia di anni e si sono praticamente evoluti dai lupi per rimanere al nostro fianco? Fatto sta che questa ragazza è davvero uno schianto, e pure il suo amico a quattro zampe dev’essersene accorto. E quando l’istinto atavico si risveglia…non c’è che dire, è davvero allupato!
Se le donne amano farsi selfie provocanti o abusare di tutte quelle applicazioni che permettono di fare modifiche sempre più trash alle fotografie, gli uomini sotto questo aspetto sono molto più semplici: alla maggior parte di loro infatti basta mostrare i muscoli per sentirsi soddisfatti. Specie per chi ha la passione per la cultura fisica. Quest’uomo ad esempio sembra che ci dia dentro davvero parecchio in palestra, e come molti altri ha deciso di farlo vedere al mondo. Certo però che se a scattare la foto è la mamma, l’immagine di macho rischia di risultarne un pelo inficiata.
Ci sono poi quei casi in cui un selfie viene scattato semplicemente nel momento sbagliato, ma quasi nessuno se ne accorge fino a quando la foto non viene valutata più attentamente, ed il particolare anomalo salta così all’occhio. L’avete visto, vero? Questa squadra stava festeggiando, ma come spesso accade, c’è sempre quello che deve starsene in disparte per i fatti suoi. Peccato che chi ha scattato la fotografia probabilmente non si è accorto che l’esule di turno stava ancora facendosi la doccia.
Rimanendo in tema di docce affini, anche quest’ultimo selfie è stato piuttosto imbarazzante. O forse no, dipende da come l’avrà presa la ragazza! Parliamo della foto, non di altro. Specifichiamo subito perché, a giudicare ciò che questa bella fanciulla tiene attaccato al muro per sollazzarsi sotto il getto d’acqua, avremmo rischiato di venire fraintesi. Ma d’altronde, che c’è di male? Sappiamo benissimo che una bella doccia calda è uno dei momenti più appropriati per certe attività!
Condividi questo articolo con tutti i tuoi amici! Grazie.

davide c

Add comment

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.